involuzione

involuzione
FIRMA LA PETIZIONE
Poche cose abbiamo imparato dalla storia all'infuori di questa: che le idee si condensano in un sistema di ortodossia, i poteri in una forma gerarchica e che ciò che può ridare vita al corpo sociale irrigidito è soltanto l'alito della libertà, con la quale intendo quella irrequietezza dello spirito, quell'insofferenza dell'ordine stabilito, quell'aborrimento di ogni conformismo che richiede spregiudicatezza mentale ed energia di carattere.
Io sono convinto che se non avessimo imparato dal marxismo a vedere la storia dal punto di vista degli oppressi, guadagnando una nuova immensa prospettiva sul mondo umano, non ci saremmo salvati. O avremmo cercato riparo nell'isola della nostra interiorità o ci saremmo messi al servizio dei vecchi padroni. Ma tra coloro che si sono salvati, solo alcuni hanno tratto in salvo un piccolo bagaglio dove, prima di buttarsi in mare, avevano deposto, per custodirli, i frutti più sani della tradizione intellettuale europea: l'inquietudine della ricerca, il pungolo del dubbio, la volontà del dialogo, lo spirito critico, la misura nel giudicare, lo scrupolo filologico, il senso della complessità delle cose.
Norberto Bobbio

sabato 10 novembre 2012

BRICS,grosso modo

I BRICS nelle relazioni internazionali
 
A New Delhi si è tenuto il quarto incontro dei paesi riuniti sotto l'acronimo BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica). E' un summit di un'unione artificiale di Stati molto diversi fra loro, o l'emergere di una futura più forte alleanza in un mondo diventato multipolare? Questione da analizzare più obiettivamente possibile, tanto può pesare nelle relazioni internazionali.
 
I BRICS rappresentano un insieme estremamente importante della popolazione mondiale, oltre 3 miliardi di persone. Le loro economie sono in piena espansione, esse rappresenteranno nel 2015 oltre il 60% della crescita mondiale. La loro inquietudine è forte per le conseguenze della massiccia iniezione di fondi da parte dei maggiori Stati capitalisti (Stati Uniti, Europa essenzialmente) nel sistema bancario globale. Essi temono che la loro crescita sia influenzata dalla situazione economica mondiale e intendono svolgere un ruolo maggiore nella competizione che stimola la concorrenza capitalista su scala mondiale, sia per quel che riguarda l'accesso alle materie prime come per i flussi commerciali di merci e capitali.
 
Per il russo Putin, l'originalità dell'azione dei BRICS è nella loro capacità di rispettare la loro indipendenza posizionandosi "fuori delle grandi alleanze economiche e militari". Da questo punto di vista il vertice di New Delhi ha avanzato la proposta di una banca di sviluppo finanziata dai BRICS che permetterebbe loro di emanciparsi dalla tutela del FMI e dal dollaro USA. Questa iniziativa è indicativa dei movimenti di fondo che animano la scena internazionale e delle rivalità che si acutizzano rapidamente su questa scala.
 

Nessun commento: