involuzione

involuzione
FIRMA LA PETIZIONE
Poche cose abbiamo imparato dalla storia all'infuori di questa: che le idee si condensano in un sistema di ortodossia, i poteri in una forma gerarchica e che ciò che può ridare vita al corpo sociale irrigidito è soltanto l'alito della libertà, con la quale intendo quella irrequietezza dello spirito, quell'insofferenza dell'ordine stabilito, quell'aborrimento di ogni conformismo che richiede spregiudicatezza mentale ed energia di carattere.
Io sono convinto che se non avessimo imparato dal marxismo a vedere la storia dal punto di vista degli oppressi, guadagnando una nuova immensa prospettiva sul mondo umano, non ci saremmo salvati. O avremmo cercato riparo nell'isola della nostra interiorità o ci saremmo messi al servizio dei vecchi padroni. Ma tra coloro che si sono salvati, solo alcuni hanno tratto in salvo un piccolo bagaglio dove, prima di buttarsi in mare, avevano deposto, per custodirli, i frutti più sani della tradizione intellettuale europea: l'inquietudine della ricerca, il pungolo del dubbio, la volontà del dialogo, lo spirito critico, la misura nel giudicare, lo scrupolo filologico, il senso della complessità delle cose.
Norberto Bobbio

venerdì 21 aprile 2017

è ERDOGAN il nuovo HITLER ?

1) Il presidente non è solo capo di stato ma anche capo di governo. L'ufficio del primo ministro è abolito.
2) Il Presidente non è più neutrale del partito. Il principio dell'imparzialità della presidenza viene abolito.
3) Il presidente decide per conto proprio nominando e depositando i suoi deputati. È anche responsabile di tutti i ministri, in cui può istituire ed abolire i ministeri in qualsiasi momento.
4) Con decreto, il Presidente può emanare nuova legislazione senza il consenso del Parlamento.
5) Il principio di sfiducia dei voti è abolito. Le richieste del Parlamento possono essere presentate solo per iscritto al vicepresidente o ai ministri che sono nominati direttamente dal presidente.
6) Il Presidente può sciogliere il Parlamento a piacimento.
7) Il Ministro della Giustizia è nominato direttamente dal Presidente, con il Ministro della Giustizia come Presidente anche come Alto Consiglio dei Giudici e dei Procuratori Pubblici.
8) Il presidente elegge sei su un totale di tredici membri dell'Alto Consiglio. I sette rimanenti sono eletti dal Parlamento. Come deputato / parlamentare, ha anche una diretta influenza sulla loro nomina.

Nessun commento: