involuzione

involuzione
FIRMA LA PETIZIONE
Poche cose abbiamo imparato dalla storia all'infuori di questa: che le idee si condensano in un sistema di ortodossia, i poteri in una forma gerarchica e che ciò che può ridare vita al corpo sociale irrigidito è soltanto l'alito della libertà, con la quale intendo quella irrequietezza dello spirito, quell'insofferenza dell'ordine stabilito, quell'aborrimento di ogni conformismo che richiede spregiudicatezza mentale ed energia di carattere.
Io sono convinto che se non avessimo imparato dal marxismo a vedere la storia dal punto di vista degli oppressi, guadagnando una nuova immensa prospettiva sul mondo umano, non ci saremmo salvati. O avremmo cercato riparo nell'isola della nostra interiorità o ci saremmo messi al servizio dei vecchi padroni. Ma tra coloro che si sono salvati, solo alcuni hanno tratto in salvo un piccolo bagaglio dove, prima di buttarsi in mare, avevano deposto, per custodirli, i frutti più sani della tradizione intellettuale europea: l'inquietudine della ricerca, il pungolo del dubbio, la volontà del dialogo, lo spirito critico, la misura nel giudicare, lo scrupolo filologico, il senso della complessità delle cose.
Norberto Bobbio

mercoledì 27 agosto 2014

CAVIE UMANE

L'Africa è un immenso laboratorio a cielo aperto,vi si sperimentano modelli sociali,politici ,sanitari ed economici,guardare all'Africa oggi significa apprendere ciò che sarà per noi il domani e non è roseo visto che il "progresso" ha trasformato coloro che erano schiavi in cavie umane

I

La Nigeria sta iniziando il trasferimento dell'intero informazione del suo popolo la vita, l'identità, bancario, sanità, guida e tutti gli altri record alla società Mastercard estera nel nuovo "regime identità."
L'amministrazione Jonathan sta attualmente portando avanti per lanciare questa consegna controverso dei dati privati ​​dei cittadini di una società finanziaria globale straniera.
L'amministrazione Jonathan è stato notato da accelerare diverse privatizzazioni sabotare e trasferimenti di diritti dei cittadini e delle attività nazionali in vista delle prossime elezioni.
Di seguito è riportato dal sito web Mastercard:
13 milioni di carte da emettersi prima, nella più grande rollout carta del suo genere in Africa
Città del Capo, Sud Africa - 8 maggio 2013  - La Commissione Nigerian National Identity Management ( NIMC ) e  MasterCard  ha annunciato oggi al Forum economico mondiale sull'Africa il roll-out di 13 milioni MasterCard-branded  Carte d'identità nazionale intelligente  con capacità di pagamento elettronico come un programma pilota. L'identità Smart Card Nazionale è il Card Scheme sotto il recente implementato Identity Management System Nazionale (NIMS). Questo programma è il più grande roll-out di una soluzione di pagamento elettronico formale del paese e la più ampia iniziativa di inclusione finanziaria del suo genere nel continente africano.
Come parte del programma, nella sua prima fase, nigeriani 16 anni, e tutti i residenti nel paese per più di due anni, otterrà la nuova carta d'identità polivalente che ha 13 applicazioni, tra cui la tecnologia di pagamento prepagata MasterCard che fornirà i titolari di carta con la sicurezza, la comodità e l'affidabilità dei pagamenti elettronici. Questo avrà un impatto significativo e positivo sulla vita di questi nigeriani che non hanno mai avuto accesso a servizi finanziari.
Jonathan a Illuminati Osigwe-Anyim occasione prima di diventare presidente
Jonathan a Illuminati Osigwe-Anyiam occasion prima di diventare presidente
Il progetto avrà accesso Bank Plc come banca pilota dell'emittente per le carte e sui servizi di pagamento unificato Limited (Pagamenti Unified) come sistema di pagamento. Altre banche emittenti includeranno United Bank for Africa, Union Bank, Zenith, Skye Bank, Unità Bank, Stanbic, e First Bank.
L'annuncio è stato assistito dal Dr. Ngozi Okonjo-Iweala, Ministro delle Finanze e Ministro di coordinamento per l'economia in Nigeria, che ha sottolineato l'importanza del Piano nazionale d'identità Smart Card in movimento Nigeria ad una piattaforma elettronica. Questo programma è buona pratica per noi per portare tutti i cittadini su una piattaforma comune per l'interazione con le varie agenzie governative e per le transazioni per via elettronica. Noi attuare tale iniziativa in maniera collaborativa tra i settori pubblico e privato, per raggiungere il suo pieno potenziale di cittadinanza inclusiva e di una governance più efficace, "ha detto.
"L'annuncio di oggi è la prima fase di un progetto senza precedenti in termini di scala e di scopo per la Nigeria", ha detto Michael Miebach, Presidente, Medio Oriente e Africa, MasterCard. "MasterCard è stato un fermo sostenitore della  Banca centrale della Nigeria  (CBN)  Politica senza contanti  come condividiamo una visione di un mondo al di là di cassa. Dall'inizio del programma, abbiamo fornito il governo federale della Nigeria, con intuizioni globali e le migliori pratiche su come i pagamenti elettronici possono consentire la crescita economica e creare un'economia finanziariamente più inclusiva ".
Chris 'E Onyemenam, il Direttore Generale e Amministratore Delegato della Commissione Nazionale di Identity Management, ha dichiarato: "Abbiamo scelto MasterCard per essere il fornitore di tecnologia di pagamento per il lancio iniziale del progetto Carta di Identità Nazionale smart poiché la Società ha dimostrato un impegno a promuovere l'inclusione finanziaria attraverso la riduzione di liquidità per l'economia nigeriana. "Ha aggiunto:" MasterCard ha sperimentato grandi sistemi di carte scala che combinano funzionalità biometrica con pagamenti elettronici e vogliamo mettere a frutto la loro esperienza in questo campo per rendere il nostro piano di introduzione, un successo sostenibile per il paese e per il continente. "
"Il coinvolgimento di Banca di accesso in questo progetto è la prova i nostri sforzi in corso per ampliare l'inclusione finanziaria in Nigeria", ha detto Aigboje Aig-Imoukhuede, amministratore delegato di Banca di accesso. "La nuova carta d'identità rivoluzionerà il panorama economico nigeriano, abbattendo uno degli ostacoli più significativi alla inclusione finanziaria - prova di identità, fornendo al tempo stesso nigeriani con una soluzione di pagamento di classe mondiale".
"I pagamenti unificata è il processore più importante transazione e pioniere del trattamento EMV e l'acquisizione in Nigeria, di proprietà di primarie banche nigeriane. Useremo la nostra competenza ed esperienza per garantire il successo del progetto e garantire che i dati di nigeriani sono protetti. Siamo ansiosi di lavorare con altri partner nella fornitura di valore per tutti gli stakeholder '', ha dichiarato Agada Apochi, Consigliere Delegato e CEO, pagamenti Unified.
La nuova identità Smart Card Nazionale incorporerà le uniche numeri di identificazione nazionale (NIN) delle persone debitamente registrate nel paese. Il processo di registrazione prevede la registrazione dei dati demografici di un individuo ei dati biometrici (acquisizione di 10 impronte digitali, immagini del volto e firma digitale) che vengono utilizzati per autenticare il titolare della carta ed eliminare la frode e appropriazione indebita. La risultante Database Nazionale Identità fornirà la piattaforma per diverse altre proposte di valore del NIMC tra cui autenticazione identità e la verifica.
Grazie per l'identificazione univoca e inequivocabile di individui sotto la NIMS, altri sistemi di carte di identificazione, come la patente di guida, Votanti registrazione, assicurazione sanitaria, fiscale, SIM e il National Pension Commissione (PenCom) andrà a beneficio e possono tutti essere integrato, utilizzando il NIN , nel regime di schede multi-funzione del NIMS. Quando si utilizza pienamente la carta come strumento di pagamento prepagata, il titolare della carta può depositare fondi sulla carta, ricevere prestazioni sociali, pagare beni e servizi in qualsiasi dei 35 milioni di punti di accettazione MasterCard a livello globale, prelevare contanti da tutti gli sportelli automatici che accettano MasterCard, o impegnarsi in molte altre operazioni finanziarie che sono facilitati dai pagamenti elettronici. Il tutto in un ambiente sicuro e conveniente consentito dallo standard EMV Chip e Pin.
Al termine del processo di registrazione Nazionale ID, NIMC si propone di introdurre più di 100 milioni di carte di nigeriani  167 milioni di  cittadini.


Read more: http://newsrescue.com/nigerians-sold-666-foreign-mastercard-co-control-identity-bank-health-information-citizens/#ixzz3BXRFqJz9

giovedì 21 agosto 2014

Immaginate: l'Argentina

Immaginate: l'Argentina – e il resto dell'America Latina – sollecitate dall'Unione Europea, il burattino supremo dell'imperatore nudo, Sir Obama, a non fornire la Russia alimenti - verdure, frutta, carne - dopo che l'Argentina è stata 'punita' da un tribunale corrotto di New York a pagare 1,5 miliardi di dollari per i fondi fraudolenti degli avvoltoi della NML Capital e altri – al di fuori del suo attuale debito concordato di 29 miliardi di dollari – equivalenti alle riserve totali dell'Argentina. E sì, i fondi speculativi di copertura devono essere pagati al 100%, quando il restante 93% dei creditori ha approvato un tasso di rimborso del 20%. E, sì, il signor Griesa, il giudice comprato a New York, ha bloccato tutti i pagamenti dell'Argentina agli altri creditori, a meno che i suoi clienti avvoltoi siano pagati per intero. Così, l'Argentina è in difetto forzato: deve pagare tassi di interesse ora molto più elevati sui mercati monetari internazionali, se vuole davvero ancora beneficiare di crediti internazionali.
Inimmaginabile, ma vero.
In queste circostanze, la sconfinata arroganza di Bruxelles si aspetta che l'Argentina si accodi le sanzioni USA/UE contro la Russia, a cui la Russia ha risposto vietando tutte le importazioni dall'Unione Europea? E proprio mentre sta ora cercando di commerciare con il Sud America?
Non che la Russia abbia davvero bisogno di cibo dal Sud America: ha un enorme e ben disposto mercato asiatico a lei aperto. Il gesto della Russia è una mano tesa all'Argentina e al Sud America per liberarsi dalle pressioni economiche e politiche costantemente esercitate su di loro da Washington.
L'Argentina si metterà a ridere di una tale richiesta ridicolmente stupida da parte dell'Unione Europea.
Buon per la Russia – e buon per l'Argentina, il Brasile, il Cile, il Perù e altri – per sfuggire finalmente agli artigli dell'impero predatore di Washington e andare verso l'indipendenza, cioè verso una nuova area di sovranità economica e del sistema monetario mondiale.
Buon per i BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa), in quanto possono finalmente venire a un accordo tra di loro ed emettere la propria moneta, sostenuta da circa un terzo della produzione economica del mondo e da circa la metà della popolazione mondiale.
Naturalmente, una mossa così primitiva da parte dell'Unione Europea ci fa porre delle domande - i cosiddetti leader dell'Unione Europea, spinti dall'insondabilmentee insensato portavoce della NATO, Fogh Rasmussen, hanno perso l'ultimo briciolo di buon senso e di sovranità? Sono effettivamente degenerati al livello di manichini senza cervello e senza spina dorsale? Non si rendono conto che se riescono ad aiutare Obama e la sua macchina da guerra NATO assetata di sangue a coinvolgere la Russia nella terza guerra mondiale, allora i loro paesi con le innumerevoli basi NATO saranno i primi obiettivi della difesa della Russia? Vale a dire: l'Europa distrutta di nuovo?
Non si rendono conto che la Russia, dopo essere stata nella seconda guerra mondiale il liberatore chiave dell'Europa dalla morsa nazista – al costo di 25 milioni di vite russe – non solo vuole salvare l'Europa da un altro disastro umanitario, ma vorrebbe aiutarla a stare fuori dal proprio disastro economico – imposto da Wall Street – commerciando con l'Europa? Che la Russia e la Cina vorrebbero formare un'alleanza con l'Europa, un'alleanza di pace, non un'alleanza di guerra in stile NATO?
Possibile che l'Unione Europea non abbia visto la luce dopo che il signor Xi Jinping, presidente della Cina, si è recato questa primavera in Germania per offrire a madama Merkel una nuova via della seta, che collega Berlino con Shanghai? Uno straordinario potenziale per lo sviluppo economico in tutta l'Asia, lontano dalla decadente economia guerrafondaia di Washington, del Pentagono e del sistema finanziario ultra-corrotto dominato da Wall Street, dalla FED e dalla BRI (Banca dei regolamenti internazionali)?
L'Argentina e gli altri paesi latinoamericani invitati dalla Russia al commercio di cibo e di altre merci – molto probabilmente vedranno la luce.
Se non tutti i paesi dei BRICS sono ancora pronti con una valuta alternativa, slegata dal dollaro, per sostituire la macchina da soldi predatoria occidentale, la Russia e la Cina lo sono. I due paesi hanno forgiato una solida alleanza politica ed economica nel corso degli ultimi anni, hanno un PIL combinato di 21.100 miliardi di dollari (Cina – 19.000 miliardi di dollari; Russia – 2.100 miliardi di dollari, stime 2014), pari a circa il 27% della produzione economica mondiale (stima 2014 – 77.800 miliardi di dollari).
La Russia ha già annunciato che il rublo è supportato al 100% da base aurea – il che non è un riferimento a se stesso, ma esalta la solidità della produzione e l'output di costruzione del paese. Ciò a fronte di un PIL degli Stati Uniti di 17 miliardi di dollari, in gran parte basato sull'output della guerra e del complesso della sicurezza industriale, il che significa un PIL di distruzione – e sui consumi, così come su vuoti servizi finanziari e legali.
Mentre i paesi dei BRICS stanno combinando i loro sforzi, è ipotizzabile che la Russia e la Cina produrranno tra breve la propria moneta combinata – il 'Ruyuan', o 'Yuanru', slegato dal sistema monetario corrotto e predatorio occidentale; una nuova alleanza monetaria potrebbe anche sostituire il dollaro come valuta di riserva. Controllando più di un quarto della produzione economica del mondo e una maggioranza del mercato asiatico, una moneta Cina-Russia combinata disporrà di una base infinitamente più solida della base valutaria del dollaro fiat – così come di quella dell'euro – diventando una seria valuta di riserva. È solo una questione di tempo finché gran parte del resto del mondo approfitterà dell'occasione e abbandonerà il dollaro.
Tutto ciò di cui c'è bisogno è un paese che osa fare questo primo passo – senza paura di sanzioni, in quanto sono prive di significato in un nuovo sistema monetario.
L'Argentina farebbe bene a cambiare i propri pagamenti al 93% dei creditori con i quali ha raggiunto accordi di risoluzione del debito tra il 2001 e il 2010, passando dal rapace sistema finanziario dominata dagli Stati Uniti a quello della Russia e della Cina, e passando dal dollaro allo yuan e al rublo nelle due rispettive banche centrali - vedi anchehttp://www.informationclearinghouse.info/article39297.htm
L'Argentina potrebbe diventare il primo paese a liberarsi dalla costrizione economica degli immorali Stati Uniti – e allo stesso tempo stipulare accordi commerciali con la Russia e la Cina. Già oggi il 90% del commercio estero argentino avviene al di fuori del reame del dollaro USA.
La domanda che ci si pone è: che farà alla fine l'Europa, quando si renderà conto che si sta vivendo in un castello di carte che può crollare – e crollerà davvero – in qualsiasi momento? Che cosa accadrà all'euro linciato da Wall Street-FED-Troika (FMI, BCE, CE), quando il popolo che ha inventato il dollaro degenererà in mere macchine d'avidità e da guerra senza cervello? Quando diventerà capace di pensare da sola, di riconoscere la propria sovranità – il più alto bene che qualsiasi società organizzata possa rivendicare per se stessa?
Riusciranno alla fine i popoli dell'Europa ad alzarsi in piedi e a sbarazzarsi dei loro feudi neoliberali imposti da Washington, approfittando del soffio di aria fresca proveniente da Oriente, e cercare un'alleanza sana, lottando per la pace e i diritti umani?
Non è mai troppo tardi. L'Argentina potrebbe diventare la pietra angolare per una nuova era.

Peter Koenig (nella foto) è un economista ed ex impiegato della Banca Mondiale. Ha lavorato molto in tutto il mondo nei settori dell'ambiente e delle risorse idriche. Scrive regolarmente per Global Research, ICH, la Voce della Russia, Ria Novosti e altri siti Internet. È l'autore di Implosion – An Economic Thriller about War, Environmental Destruction and Corporate Greed, un romanzo basato su fatti e su 30 anni di esperienza nella Banca Mondiale attorno al globo

fonte

sabato 9 agosto 2014

L'EUROPA AL COLLASSO,PUTIN ALL'INCASSO

Cari amici,
mi sono appena preso una breve pausa per commentare la grande notizia del giorno: la Russia sta introducendo un embargo di 12 mesi sulle importazioni di carne bovina, carne di maiale, frutta e verdura, pollame, pesce, formaggi, latte e latticini da parte dell'Unione Europea, degli Stati Uniti, dell'Australia, del Canada e del Regno di Norvegia. La Russia sta anche introducendo un divieto di transito nel suo spazio aereo contro le compagnie aeree europee e statunitensi che volano verso l'Asia orientale, vale a dire la regione Asia-Pacifico, e sta considerando di cambiare i cosiddetti punti di entrata e di uscita nello spazio aereo russo per i voli di linea e charter europei. Inoltre, la Russia è pronta a rivedere le regole di utilizzo delle rotte trans-siberiane, e sospenderà anche i colloqui con le autorità aeree statunitensi sull'uso delle rotte trans-siberiane. Infine, a partire da questo inverno, potrà revocare i diritti supplementari concessi dalle autorità aeree russe al di là degli accordi precedenti. Questo è uno sviluppo tanto interessante e importante da richiedere un'analisi molto più sottile di un semplice calcolo grezzo di quanto questo potrebbe costare all'Unione Europea o agli Stati Uniti. Non cercherò di fare un simile calcolo, ma vorrei invece sottolineare i seguenti elementi:
In primo luogo, si tratta di una risposta tipicamente russa. C'è una regola fondamentale che ogni bambino russo impara a scuola, nelle liti di strada, in campo militare o altrove: non si deve mai promettere e mai minacciare – si deve solo agire. A differenza dei politici occidentali che hanno passato mesi a minacciare sanzioni, tutto quel che hanno fatto i russi è stato dire, piuttosto vagamente, che si riservavano il diritto di replicare. E poi, BANG!, questo embargo ampio e di vasta portata che, a differenza delle sanzioni occidentali, avrà un impatto importante sull'Occidente, ma anche e molto di più sulla Russia (lo spiegherò meglio tra poco). Questa tattica "senza parole e solo azione" è stata progettata per massimizzare la deterrenza di atti ostili: dal momento che i russi non precisano chiaramente cosa possono fare per rappresaglia, Dio solo sa quello che potranno fare in seguito! Infine, per massimizzare l'insicurezza, i russi hanno detto solo che queste erano le misure concordate, ma non hanno detto quando le avrebbero introdotte, se parzialmente o completamente, e contro chi. Hanno anche fortemente lasciato intendere che altre misure sono sotto esame.
Secondo, le sanzioni sono meravigliosamente mirate. Gli europei hanno agito come prostitute senza spina dorsale e senza cervello in tutta questa faccenda, opponendosi alle sanzioni fin dal giorno 1, ma senza mai avere il coraggio di dirlo allo zio Sam, così ogni volta hanno finito per cedere. Il messaggio della Russia all'Unione Europea è semplice: volete essere i cagnolini dello zio Sam? Pagatene il prezzo! Questo embargo farà del male soprattutto all'Europa meridionale (Spagna, Francia, Italia, Grecia), la cui produzione agricola ne soffrirà notevolmente. Capita anche che questi paesi siano i più deboli nell'Unione Europea. Colpendoli, la Russia sta massimizzando l'inevitabile attrito all'interno dell'Unione Europea sulle sanzioni contro la Russia.
Terzo, non solo le linee aeree dell'Unione Europea soffriranno costi molto più alti e orari dei voli molto più lunghi sulla rotta molto importante dall'Europa all'Asia, ma le linee aeree asiatiche non ne soffriranno, cosa che dà a queste ultime un doppio vantaggio competitivo. Questo è un ottimo modo per premiare una parte mentre si punisce l'altra! L'Unione Europea ha messo nei guai una compagnia aerea russa (la Dobrolet) sui suoi voli verso la Crimea, e per questo l'intera comunità delle compagnie aeree dell'Unione Europea potrebbe finire a trovarsi in un enorme svantaggio nei confronti dei propri omologhi asiatici.
Quarto, la Russia ha usato queste sanzioni per fare qualcosa di vitale per l'economia russa. Mi spiego: dopo il crollo dell'URSS l'agricoltura russa era nel caos, e gli anni di Eltsin hanno solo peggiorato le cose. I contadini russi non potevano semplicemente competere con le avanzate produzioni agro-industriali occidentali, che beneficiavano di enormi economie di scala, di costosa e avanzata ricerca chimica e biologica, di una completa catena di produzione (spesso attraverso grandi aziende), e di una capacità di marketing di qualità superiore. Il settore agricolo russo ha un grande, disperato bisogno di barriere e tariffe per proteggersi dai giganti capitalisti occidentali e, invece, la Russia ha volontariamente rispettato i termini della World Trade Organization e alla fine ne è divenuta membro. Ora la Russia sta usando questo embargo totale per fornire un periodo cruciale necessario all'agricoltura russa per investire e assumere una quota molto più grande sul mercato russo. Inoltre, tenete a mente che i prodotti russi sono privi di OGM, e che hanno molto meno conservanti, antibiotici, coloranti, esaltatori di gusto o pesticidi. E dal momento che sono locali, non hanno bisogno di essere trasportati, utilizzando le tecniche di refrigerazione e conservazione che normalmente dà ai prodotti il sapore del cartone. In altre parole, i prodotti agricoli russi hanno un gusto molto migliore, ma questo non è sufficiente per essere competitivi. Questo embargo ora dà loro una potente spinta a investire, sviluppare e conquistare quote di mercato.
Quinto, ci sono 100 paesi che non hanno votato con gli Stati Uniti sulla Crimea. I russi hanno già annunciato che questi sono i paesi con cui la Russia farà scambi per ottenere ciò che non può produrre internamente. Una ricompensa piacevole per avere resistito allo zio Sam.
Sesto, piccolo ma dolce: avete notato che le sanzioni dell'Unione Europea sono state introdotte per soli 3 mesi, "da rivedere" più avanti? Con l'introduzione di un embargo di 12 mesi la Russia invia anche un messaggio chiaro: chi pensate che potrà trarre benefici da questo pasticcio?
Settimo, è semplicemente sbagliato calcolare che il paese X dell'Unione Europea esportava per Y milioni di dollari per la Russia e poi concludere che l'embargo russo costerà Y milioni di dollari al paese X dell'Unione Europea. Perché è sbagliato? Poiché la mancata vendita di questi prodotti creerà un surplus che poi influenzerà negativamente la domanda o, se la produzione è diminuita, questo influenzerà i costi di produzione (economie di scala). Al contrario, per un ipotetico paese Z al di fuori dell'Unione Europea, un contratto con la Russia potrebbe significare abbastanza denaro da investire, ammodernare e diventare più competitivi, non solo in Russia, ma sul mercato mondiale, compresa l'Unione Europea.
Ottavo, i paesi baltici hanno svolto un ruolo particolarmente odioso in tutta la crisi ucraina e ora alcune delle loro industrie più redditizie (come la pesca), che dipendevano al 90% dalla Russia, dovranno chiudere. Questi paesi sono già in un caos totale, ma ora saranno danneggiati ancora di più. Anche in questo caso, il messaggio per loro è semplice: avete voluto essere i cagnolini dello zio Sam? Pagatene il prezzo!
Nono, e questo è veramente importante, ciò che sta accadendo è un graduale disancoramento della Russia dalle economie occidentali. L'Occidente ha reciso alcuni legami finanziari, militari e aerospaziali, la Russia ha reciso quelli monetari, agricoli e industriali. Tenete a mente che il mercato Stati Uniti / Unione Europea sta colando a picco, affetto da profondi problemi di sistema e da grandi questioni sociali. In un certo senso, il paragone perfetto è il Titanic, la cui orchestra ha continuato a suonare musica mentre la nave stava affondando. Beh, la Russia è come un passeggero a cui le autorità del Titanic dicono che hanno deciso di sbarcarlo al porto successivo. Oh, accidenti, va male, giusto?
'
Ultimo, ma sicuramente non meno importante, questa guerra commerciale, in combinazione con la russofobia isterica dell'Occidente, sta facendo una campagna di pubbliche relazioni per Putin, migliore di qualsiasi cosa il Cremlino possa aver sognato. Tutto ciò che i suoi addetti alle pubbliche relazioni hanno bisogno di raccontare alla popolazione russa è la verità: "Ci siamo comportati bene, esattamente come da manuale, abbiamo fatto tutto il possibile per disinnescare questa crisi e tutto ciò che abbiamo chiesto, per favore, era di non permettere il genocidio del nostro popolo in Novorossija – e qual è stata la risposta dell'Occidente? Una campagna d'odio folle, sanzioni contro di noi e un sostegno incondizionato ai nazisti genocidi di Kiev". Inoltre, dato che seguo con attenzione i media russi, posso dirvi che quello che sta avvenendo oggi è percepito un po' come, parafrasando Clausewitz, la "continuazione della seconda guerra mondiale, ma con altri mezzi", in altre parole una lotta fino alla fine tra due regimi, due civiltà, che non possono coesistere sullo stesso pianeta e che sono bloccati in una lotta fino alla morte. In queste circostanze, aspettatevi che il popolo russo sostenga Putin ancora di più.
In altre parole, con una tipica mossa di judo, Putin ha utilizzato lo slancio della campagna occidentale di anti-russismo e di anti-putinismo a suo vantaggio su tutta la linea: la Russia ne beneficerà economicamente e politicamente. Lungi dall'essere minacciato da una sorta di "Maidan nazionalistico" in questo inverno, il regime di Putin è stato rafforzato dalla sua gestione della crisi (i suoi indici di gradimento sono più alti che mai).
Sì, naturalmente, gli Stati Uniti hanno dimostrato di avere una vasta gamma di capacità di danneggiare la Russia, in particolare attraverso un sistema giudiziario (negli Stati Uniti e nell'Unione Europea), che è tanto asservito allo stato profondo degli Stati Uniti quanto i giudici della Corea del Nord lo sono al proprio "caro leader" a Pyongyang. E anche la perdita totale del mercato ucraino (sia per le importazioni sia per le esportazioni) danneggia la Russia. Temporaneamente. Ma a lungo termine, questa situazione è estremamente vantaggiosa per la Russia.
Nel frattempo, il Maidan sta bruciando di nuovoAndriy Parubiy si è dimesso, e gli ucroidi stanno bombardando ospedali e chiese in Novorossija. Che altro c'è di nuovo?
Quanto all'Europa, è scioccata e furiosa. Francamente, la mia Schadenfreude oggi non conosce limiti. Lasciamo che queste arroganti non-entità come Van Rompuy, Catherine Ashton, Angela Merkel e José Manuel Barroso affrontino la tempesta di merda che la loro stupidità e ignavia ha creato.
Negli Stati Uniti, Jen Psaki sembra essere sotto l'impressione che la regione di Astrakhan sia sul confine ucraino, mentre il Ministero della Difesa russo prevede di "aprire account speciali nei social network e nelle risorse di video hosting, in modo che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e il Pentagono siano in grado di ricevere informazioni imparziali sulle azioni dell'esercito russo".
Tutto questo sarà sufficiente per suggerire ai leader europei che hanno scommesso sul cavallo sbagliato?

Saker