involuzione

involuzione
FIRMA LA PETIZIONE
Poche cose abbiamo imparato dalla storia all'infuori di questa: che le idee si condensano in un sistema di ortodossia, i poteri in una forma gerarchica e che ciò che può ridare vita al corpo sociale irrigidito è soltanto l'alito della libertà, con la quale intendo quella irrequietezza dello spirito, quell'insofferenza dell'ordine stabilito, quell'aborrimento di ogni conformismo che richiede spregiudicatezza mentale ed energia di carattere.
Io sono convinto che se non avessimo imparato dal marxismo a vedere la storia dal punto di vista degli oppressi, guadagnando una nuova immensa prospettiva sul mondo umano, non ci saremmo salvati. O avremmo cercato riparo nell'isola della nostra interiorità o ci saremmo messi al servizio dei vecchi padroni. Ma tra coloro che si sono salvati, solo alcuni hanno tratto in salvo un piccolo bagaglio dove, prima di buttarsi in mare, avevano deposto, per custodirli, i frutti più sani della tradizione intellettuale europea: l'inquietudine della ricerca, il pungolo del dubbio, la volontà del dialogo, lo spirito critico, la misura nel giudicare, lo scrupolo filologico, il senso della complessità delle cose.
Norberto Bobbio

giovedì 4 febbraio 2016

Ucraina,maschera di una rivoluzione

Il documentario incisiva da Paul Moreira "Ucraina, Les Masques de la Revolution" [Ucraina: Maschere della rivoluzione], pubblicato il Lunedi notte da Canal +, ha creato un fermento sia in Ucraina che in Francia ben prima della premiere. Domenica scorsa il Ministero degli Esteri ucraino ha riferito in Facebook che il loro ambasciatore in Francia, aveva inviato una lettera indignata al Canal + dove ha condannato il documentario come un "un opuscolo all'altezza dei peggiori tradizioni di disinformazione" "utilizzando metodi primitivi di manipolazione giornalistica, tra cui il gestione dei commenti degli intervistati, distorto in traduzione e fatti e le immagini puramente inventato ". Lo stesso giorno Le Monde ha raddoppiato la pressione su Canal + . Paul Moreira ha risposto con calma e rispetto ai suoi critici con un post dettagliato tradotto in inglese qui .                              link video
Si prega di guardarlo con attenzione. E cerchiamo di capire perché ha fatto infuriare tanto la Kiev ufficiale.
Per essere onesti, il capolavoro non ha rivelato nulla di nuovo. Finora ci sono stati un sacco di studi specifici da parte di organizzazioni internazionali, organizzazioni non governative, gli individui interessati ecc su diversi aspetti della "rivoluzione della dignità": che effettivamente ucciso il "celeste cento" , quello che è successo a Odessa maggio 2014 , che cosa sta succedendo nella zona di "operazione antiterrorismo" nel sud-est dell'Ucraina, dove sono le " truppe russe " e dove sono i mercenari occidentali ci ... Ma la maggior parte di loro sono stati ignorati con successo dai media occidentali tradizionali, legati alla loro agio miti sulla euromaidan.
Il pericolo principale del Paul Moreira strazianti 50 minuti lungo documentario è che esposto tutti di fondamentale importanza bugie e messo a tacere i fatti di "rivoluzione della dignità" e dei suoi agenti in forma concentrata al canale televisivo francese con sede.
Paul Moreira non ha fatto nulla, ma ha mostrato una verità semplice e onesto - non vi era alcuna dignità in quella "rivoluzione". Non vi è alcuna "scelta di civiltà libero" e "autorità indipendenti e legittime" in Ucraina di oggi. Ci sono gangster con licenza di uccidere e derubare, psicopatici e criminali del "parlamento democratico", in parallelo esercito nazista di ispirazione, funzionari stranieri che manipolano il processo politico in un paese sovrano, i media sotto controllo nazionalista totale ecc La sua argomentazione e l'immagine sono così evidente, eloquente e brillante che non vi è alcun modo ragionevole per confutarle. Qui è la causa di isteria e chiede di bandire (che paradossalmente ha innescato senza precedenti l'attenzione del pubblico al film ben oltre Francia) - capiscono che una discussione aperta e leale porterebbe rivelazioni ulteriormente indesiderati contro i governanti interim a Kiev.

Nessun commento: